PRONTI A RIPARTIRE PER LA SECONDA EDIZIONE DI SANREMO CANTA NAPOLI

di Tiziana Pavone

SANREMO/NAPOLI. Dopo il successo della prima edizione, inaugurata lo scorso settembre al Teatro dell’Opera del Casino Municipale di Sanremo e del Teatro Ariston, l’organizzazione del Concorso Internazionale SanremoCantaNapoli annuncia di essere già pronta ad affrontare la seconda edizione. Chi ha vissuto quella prima esperienza è stato colpito da tanto entusiasmo e affetto che tutti i diciotto concorrenti in gara (diventati subito amici) hanno manifestato, con l’intera equipe tecnico organizzativa che contava qualcosa come quaranta addetti ai lavori.

Una soddisfazione che ha pagato tutti per lo sforzo fatto, avendo dovuto fare i conti con la ristrettezza dei mezzi a disposizione, per realizzare un evento così inedito. Evento che mancava, di rilievo e di interesse generale, in una città che fa della Musica la sua identità. Il successo di questa idea è confermato anche dal mondo della critica, che ha potuto assistere in teatro alla kermesse.

Aver riportato nella città dei fiori quello che fu il primo Festival Napoletano della storia partenopea, è stato senza dubbio un piccolo colpo di genio partorito da quella mente vulcanica che è il nostro Direttore Artistico Ilio Masprone. Un piccolo grande uomo, come è stato definito. Pieno di grande umanità e con una mente iper-attiva. Dotato di una tenacia particolare, che non lo fa fermare di fronte a nessuna difficoltà, piccola o grande che possa essere.

Questa prima edizione doveva essere una sorta di numero zero e invece si è rivelata, a tutti gli effetti, una grande prima edizione che fa ben sperare per gli anni a venire. E’ arrivata la conferma che ci saranno altre edizioni. Saranno sempre edizioni molto speciali, pieni dello stesso entusiasmo e dello stesso amore che tutti hanno messo nella musica e nella canzone napoletana messa in scena.

Diciotto ragazzi e ragazze si sono esibiti in performance davvero entusiasmanti proponendo al folto pubblico presente un repertorio tra il classico e l’inedito napoletano, da far invidia ai più tradizionali Festival di Napoli che la storia recente possa ricordare.

Gli stessi tre vincitori, tutti a pari merito, come vuole il Regolamento erano: il trio Suonno d’Ajere, Francesca Ferrara e Veronica Kirkmajer, che sono stati assolutamente all’altezza delle aspettative, presentando ognuno brani di spessore musicale, tanto da raccogliere entusiastici consensi dal pubblico e dalla critica giornalistica presente.

Anche la quarta serata al Teatro Ariston è stata magica e colma di intensità perché tutti gli interpreti sono stati coinvolgenti e professionali. Con queste premesse dunque l’organizzazione si accinginge a ripartire per un altro viaggio. In una nota ufficiale, aggiunge: “E vorremmo suggerire, soprattutto a coloro i quali sono intenzionati a ritornare, di prepararsi fin d’ora con nuovi brani sia Cover che Inediti, perché da Sanremo tutti ci aspettiamo che la musica e la canzone napoletana venga rivalutata come merita. E questo sarà possibile solo se continueremo ad ospitare giovani interpreti come siete stati voi, nessuno escluso.

L’entusiasmo non è stato solo dei partecipanti, della critica e dell’organizzazione. Ma anche della giuria, composta da professionisti di altissimo livello: dalla grande artista Miranda Martino, il direttore d’Orchestra Adriano Pennino, il giornalista Rai Dario Salvatori, al cantautore Franco Fasano.

Info sui Social e sul sito web.

Lascia un commento