Dopo elezioni: il Ponente, un successo tutto nostro

Dopo elezioni: il Ponente, un successo tutto nostro

Le consultazioni sanremesi hanno premiato Alberto Biancheri, ma anche lo sforzo economico per la realizzazione del primo numero de il Ponente uscito con un’edizione cartacea in 5.000 copie distribuite gratuitamente. A dieci giorni dal voto del 26 maggio, il giornale era stato posizionato nei negozi del centro, in periferia e nei Points dei candidati. Nessuno si aspettava un’accoglienza così entusiasmante: non solo perché la grafica è risultata molto gradevole, ma soprattutto perchè i contenuti, aderenti alla realtà e trattati in maniera chiara e decisa con spunti, idee e considerazioni, hanno fatto la differenza.
Un giornale assolutamente libero e non vincolato a nessuna parte politica. 
È stata davvero una sorpresa che il dubbioso sanremese si sia avvicinato, restituendo anche valutazioni davvero positive, che hanno naturalmente entusiasmato tutti i nostri collaboratori i quali, per l’occasione speciale, hanno dato la loro disponibilità amichevolmente: di questo la direzione li ringrazia con il cuore.
A questo punto, però, è doveroso fare un’altra considerazione: perché, durante l’anno, non realizzare altri 5 o 6 numeri, sempre distribuiti gratuitamente, magari occupandoci anche del resto della Riviera di Ponente, ripartendo da Imperia con il Sindaco Claudio Scajola, che nella vittoria di Biancheri ha avuto un suo preciso ruolo?
La straordinaria idea del direttore Ilio Masprone è di creare un giornale non portatore di notizie di cronaca, bensì che offra possibilità di intervento e di commento a maggioranze e minoranze di piccoli e grandi Comuni e a qualunque cittadino, purché non oltrepassi la misura e il senso del pudore. Potrebbe essere un utile strumento soprattutto per i “nuovi” Sindaci, ma anche per chiunque desideri tracciare consapevoli bilanci e renderli pubblici, come auspicato nel sottotitolo del giornale.
Dunque un periodico per tutte le associazioni di categorie, anche professionali: vale la pena, allora, di iniziare subito a raccogliere, su una Pagina Facebook dedicata, quelle informazioni turistiche, economiche e culturali che sfuggono ai mezzi più attenti alla sola cronaca, per poi ripotarle su un cartaceo bimensile. I lettori ci hanno premiato, quindi perché non coltivare questa brillante iniziativa? Stay tuned! 
(Nella foto Claudio Scajola con il suo amico Silvio Berlusconi).

Giulia Chiuso

Lascia un commento