Bordighera inaugura la sede dell’Ufficio IAT per il Turismo

di Tiziana Pavone

Giovedì 19 dicembre, alle ore 12.00, sarà inaugurata la sede dell’Ufficio IAT (Ufficio Informazione ed Accoglienza Turistica) di Bordighera, in via Vittorio Emanuele 172. Hanno così termine i lavori iniziati lo scorso maggio: alla Città viene restituito un locale completamente rinnovato e messo in sicurezza, allestito con arredi e accessori moderni e funzionali.

L’intervento era necessario e assolutamente doveroso.” commenta il Sindaco IngenitoUn ufficio che sappia relazionarsi con i Cittadini e gli Ospiti fornendo tutte le informazioni sul territorio, le sue attrattive, i suoi servizi è un prerequisito indispensabile per una cittadina, come Bordighera, dal grandissimo potenziale turistico. Se lo IAT può essere considerato il biglietto da visita di una località, oggi possiamo dire di essere particolarmente fieri del nostro.”

La gestione sarà a cura del personale della Cooperativa Omnia, pronto a soddisfare le richieste degli utenti anche con l’ausilio dei materiali in distribuzione; l’allestimento comprenderà inoltre un monitor su cui si alterneranno messaggi informativi e video che illustreranno le bellezze del territorio. Ma non solo: lo IAT sarà anche il luogo dove acquistare i gadget personalizzati con il logo “Light my fire” di Bordighera.

Gli orari d’apertura varieranno nel corso dell’anno per rispondere nel miglior modo possibile alle esigenze del pubblico, soprattutto nei mesi estivi e nei periodi festivi in cui l’affluenza turistica è più marcata; a dicembre andranno dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00, dal lunedì alla domenica. E’ inoltre online la pagina Facebook IAT Bordighera – ufficio informazioni e accoglienza turistica, che viene puntualmente aggiornata e che, a tre mesi dalla pubblicazione, conta già più di 1000 likes.

I lavori sono stati finanziati con il contributo di 100.000 euro concesso al Comune di Bordighera dal Ministero dell’Interno per la messa in sicurezza degli edifici pubblici; il Comune ha inoltre impegnato fondi per 31.000 euro destinati all’acquisto di arredi, accessori, insegna.

error0
fb-share-icon0