Il mitico gruppo svedese degli Abba si riconverte negli “Abba Celebration”

di Ilaria Sismondini

ROMA. In attesa che il buon Amadeus convinca la Reunion degli svedesi ABBA, da portare al Festival di Sanremo numero 71, questi grandi musicisti del recente passato vengono celebrati e ricordati da musicisti di oggi che ricalcano quei successi e continuano a ricordarli con lo stesso nome come fanno, per fare un solo esempio, gli Abba Celebration. Un gruppo di quattro bravissimi artisti che hanno letteralmente impersonificato il celebre gruppo svedese degli anni ´60, noto in tutto il mondo, gli Abba, appunto. Campioni di dischi e successi inarrestabili che tutti i cinque continenti hanno cantato e visto anche in alcuni film musicali. Gli Abba Celebration, dunque, é un live show che attraversa la storia degli Abba dal 74′ al 82′, dal momento in cui vincono l’Eurovision Song Contest con la canzone Waterloo, fino all’ultimo album ‘The Visitors’. I quattro musicisti della Band impersonano bene gli originali, indossano i costumi simili degli Abba e raccontano aneddoti e tante curiositá della loro vita privata, ma soprattutto artistica. Una vera e propria celebrazione con i più grandi successi che vanno da: Mamma Mia, Dancing Queen, Fernando, Gimme Gimme Gimme, Money Money, SOS, The Winner Takes It All, Chiquitita… I video che durante lo spettacolo vengono proiettati su uno schermo gigante, rappresentano i vari step della storia degli Abba, momenti di infinita emozione che hanno realizzato nell’arco della loro strepitosa carriera.  La band (anche conosciuta come The Inspiration) è formata dai musicisti: Ilenia Marzano, Marco Salvatori, Diego Di Curzio e Julia Reinikainen, che hanno esperienze musicali molto diverse ed hanno dato vita a questo progetto, appunto, gli Abba Celebration per onorare quello che risulta essere tra i fenomeni musicali più eclatanti del mondo e considerati tra i più celebri esponenti della musica pop internazionale. Il nome del gruppo svedese deriva da un acronimo formato dalle lettere iniziali dei nomi dei membri Agnetha, Benny, Björn e Anni-Frid. Tutto ha inizio dentro lo studio del Maestro Marco Salvatori(Benny) che ha riprodotto gli arrangiamenti dei brani dello show. Oltre ad essere un eccellente musicista è anche un autore e compositore di successo, nonché cantante ed interprete di brani da lui scritti ed arrangiati. Nello spettacolo Marco interpreta Benny con molto entusiasmo e rispetto. Lavorando sulla sua musica ha toccato con mano quella genialità creativa che ha fatto degli Abba uno dei gruppi più importanti della storia della musica Pop. Le basi musicali da lui realizzate sono una fedele riproduzione degli originali. La cantante finlandese Julia Reinikainen, nello spettacolo interpreta Agnetha, oltre ad essere una brava vocalist è anche pianista classica diplomata al conservatorio di Stoccolma con alle spalle esperienze di vari concerti. Lei ha fatto parte di un coro finlandese di successo per oltre dieci anni partecipando ad eventi classici e moderni in tutta Europa. Julia ha abitato davanti alla casa di Agnetha e Björn a Lidingö, a Stoccolma per cinque anni prima di trasferirsi a Roma. Parla svedese e già da bambina conosceva la maggior parte delle canzoni degli Abba. Diego Di Curzio, chitarrista-cantante, nello spettacolo interpreta Björn Ulvaeus: lui è un bravissimo musicista con grande esperienza live, ed ha suonato e cantato con vari artisti oltre che con suo fratello gemello. Diego assomiglia moltissimo a Björn con la sua parrucca e da tutti è considerato il giullare del gruppo perché offre una performance coinvolgente e vibrante ad ogni show. Ilenia Marzano fa la parte di Anni-Frid Lyngstad, è una cantante pianista con una lunga esperienza sia come solista che corista ed ha partecipato a musical e concerti con nomi importanti tra i tanti Giorgia; ha studiato al Saint Louis College of Music di Roma e privatamente canto lirico, poi insegna canto ed è una vera fan degli Abba. Altre attività musicali: nel dicembre 2017 i nostri quattro artisti hanno presentato l’inno ufficiale della Fondazione Foedus dal titolo Un Dono Per Un Sorriso, al Galà della Solidarietà con The Easy Voices e coro di voci bianche Pueri Cantores. Nel luglio del 2017 hanno portato “The Colours Of The Rainbow”, su Radio Vaticana, un progetto nato per il concerto di beneficenza per Arquata del Tronto per la ricostruzione del paese. Nel giugno 2018 nasce il loro nuovo singolo “Al Mare Al Mare” e nell’agosto del 2018 è stato pubblicato l’inno del servizio per cani guida dei Lions La Buona Volontà (due occhi per chi non vede) che hanno inciso con il coro delle voci bianche Pueri Cantores.  Nella primavera del 2019 ecco ancora la pubblicazione del loro primo album: un mix di canzoni dal loro show. Frida ensam (Frida sola) è un album invece della cantante svedese Anni-Frid Lyngstad pubblicato nel 1975: il disco interamente cantato in svedese è il secondo da solista della cantante, realizzato al tempo in cui faceva parte lei stessa degli ABBA, ha un particolare, che l’album contiene la versione originale della famosa Fernando, divenuta poi uno dei maggiori successi del gruppo. La canzone, pubblicata anche come singolo, fu scritta appositamente per Frida e, dopo il discreto successo in patria, fu tradotta in inglese e registrata dagli ABBA per il mercato internazionale nel 1976. Lo stesso disco contiene interpretazioni in lingua svedese di canzoni di altri autori: Ett Liv I Solen è una cover della nostra popolare Anima mia de I Cugini di Campagna, mentre Aldrig Mej è una versione di Vado Via del mitico Drupi, cantante dalla voce roca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *