Giro di vite sulla vendita di alcoolici: Alassio alza l’asticella dei controlli nei fine settimana

In vigore dalle 19 del sabato alle 6 del lunedì. L’ordinanza comprende il divieto di consumo di alcolici in luoghi pubblici

ALASSIO. L’ultimo fine settimana ha posto l’accento su una situazione che, sebbene subito ricondotta a norma, non deve lasciare indifferenti. 

Il consumo incontrollato di alcool – spiegano dall’Amministrazione è stato alla base di alcuni episodi di vandalismo e di animosità che non sono sicuramente un buon biglietto da visita per una città che vuole essere accogliente e sicura a misura di un turismo anche famigliare. Il pronto intervento delle Forze dell’Ordine ha evitato problemi più seri, ma il loro fondamentale e costante presidio non deve però essere una scusa per ignorare un campanello di allarme. La stagione estiva è appena iniziata, occorre essere determinati nel dare risposte immediate onde evitare che quello che per ora è un’avvisaglia, si trasformi in qualcosa di più radicato“.

Di qui l’ordinanza sottoscritta oggi che limita la vendita di alcolici da domani e fino al 14 settembre prossimo “a chiunque risulti a vario titolo e in forme diverse autorizzato alla vendita al dettaglio o alla somministrazione al pubblico di alimenti e bevande con possibilità di vendita per asporto, anche in circoli privati, ivi compresi i gestori di distributori automatici, – si legge nel documento, – è fatto divieto di vendere e somministrare per asporto, bevande alcoliche di qualsiasi gradazione nonché bevande di qualsiasi genere in contenitori di vetro o lattine metalliche nei seguenti periodi: dalle 19 del sabato alle 6 del lunedì, comprese festività infrasettimanali”.

Non solo, l’ordinanza è mirata anche a limitare il consumo di alcolici  sul territorio comunale: “Si rammenta anche, – prosegue in testo – il divieto di consumare bevande alcoliche di qualsiasi gradazione negli spazi pubblici comunque intesi (strade, passeggiate, spiagge etc.) fatta eccezione per le aree di pertinenza dei pubblici esercizi (dehors) ed eventuali eventi autorizzati dal Comune (pubbliche manifestazioni, sagre, etc.)”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *