I Soliti Ignoti in replica ieri sera con Amadeus ha fatto rivivere momenti emozionanti con l’artista ligure Vittorio De Scalzi

Di Illy Masper


ROMA. Ieri sera, in una delle repliche del programma I Soliti Ignoti di Rai Uno condotto, ovviamente, da un sempre bravo Amadeus, tra gli otto concorrenti spiccava un grande artista genovese: Vittorio De Scalzi, che ha letteralmente conquistato il pubblico, interpretando magnificamente uno dei più grandi successi dello storico gruppo dei New Trolls: “Quella carezza della sera”. É un brano che rientra nella storia delle canzoni più amate dal pubblico italiano, compreso chi scrive.

Durante la serata, Amadeus anticipava che il suo primo Festival di Sanremo sarebbe stato il Festival della città. Le cose poi non sono andate esattamente così, perché lo show musicale passava dal Teatro Ariston a Piazza Colombo, mentre il resto della città andava per i fatti propri. Tuttavia, non per cattiva volontà del presentatore, ma perché chi sta più in alto di lui (in realtà è molto più basso) ha sconvolto i buoni propositi del conduttore, proponendo una struttura che sarebbe andata bene per il Teatro Massimo della capitale, ma non per una piazza piuttosto bruttina come quella sanremese. Ma era il 70° Festival e si doveva per forza festeggiare in maniera, diciamo, indimenticabile.

C’é da dire che il sanremese non vedeva l’ora che quell’ammasso di ferro fosse tolto di mezzo il più presto possibile. Ma l’anno prossimo tutto tornerà come prima, e il buon Amadeus avrà modo di rifarsi, anche per accontentare il buon sindaco Alberto Biancheri che qualche perplessità l’aveva avuta, ancor prima di vedere quell’armamentario, risultato poi quasi inutile.

Tornando a ieri sera, il telespettatore che ha visto la replica ha rivissuto senz’altro un bel momento musicale, perché quel ragazzo ligure di 70 anni ha rifatto rivivere tre minuti davvero indimenticabili. Bravissimo Vittorio e torna sul palco di Sanremo, lasciando perdere le giurie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *