Amadeus con Giovanna Civitillo, co-conduttrice del Festival e un valletto d’eccezione: il Sindaco di Sanremo?

Di Illy Masper

SANREMO. Visto che il conduttore del prossimo Sanremo vuol fare un Festival del tutto anormale, perché non comincia a portare intanto sua moglie Giovanna sul palco dell’Ariston? Se riesce bene a fare la moglie di Amadeus, sarà piuttosto brava anche a stare sul palco dell’Ariston: in fondo che ci vuole? Poi ci sono saliti tutti, belli e brutti, bravi e orrendi, quindi Giovanna Civitello, che tra l’altro è una bellissima donna e ha sempre calcato i palcoscenici come ballerina, non avrà alcun problema. Così magari “controlla” anche da vicino il maritino prima che si monti troppo la testa. Sanremo è una città strana e il Festival è tentatore: meglio dare un occhio da vicino al giovane sessant’enne!

Certo, lui ha il timore che, a portare la sua Giovanna a Sanremo, venga accusato di nepotismo coniugale: niente di più sciocco, caro Amadeus, semmai saranno gli invidiosi, gli stupidi, a fare questi discorsi, invece daresti al pubblico un esempio tipicamente italiano, come lo hanno dato per molti anni Romina e Al Bano: vero, loro cantano, ma voi parlereste e insieme sapreste intrattere molto bene la sala e gli spettatori.

Cosa c’è di meglio che vedere due “sposini” che si amano divertirsi insieme al pubblico, magari inventandosi qualche gag comica: Amadeus ci riuscirebbe benissimo e la sua “spalla” lo sosterebbe sicuramente. E poi, magari, scopriamo una coppia inedita che potrebbe proseguire, in futuro, con questa bella storia nazional-popolare. Secondo noi Giovanna non vedrebbe l’ora. Caro Patron Claudio Fasulo, prova a pensarci.

Restiamo sul palco e proviamo a pensarne un’altra, a proposito di Festival “diverso”, come vuole il simpatico spilungone: Vallette e Valletti? Perché, se la scelta dovesse cadere su un maschietto, a Sanremo ne avremmo uno molto adatto: il Sindaco della Città dei Fiori, Alberto Biancheri, che oggi è un imprenditore di successo, ma un tempo è stato un personaggio artistico interessante, a partire addirittura da quando partì per il servizio militare. Pare che fosse un intrattenitore bravissimo, ma anche un play boy.

Sarebbe certamente uno scoop televisivo per Rai 1: i suoi amici raccontano delle sue passate esperienze nel mondo dello spettacolo, in particolare in America, dove ha imparato bene anche la lingua inglese. Certo farebbe colpo vedere il Sindaco non solo per omaggiare i vincitori, ma anche per assistere a qualche sua performance artistica: sarebbe il massimo, o il colmo? (Nella foto: i piccioncini).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *