Definiti i nomi dei candidati ai premi Numeri Uno-Città di Sanremo e DietroLeQuinte per il 10° anniversario del Gran Galà della Stampa del Festival, lunedì 3 febbraio al Casinó.

Di Tiziana Pavone

SANREMO. Mancano poco più di tre mesi per i festeggiamenti del 10° Gran Gala della Stampadel Festival che si terrà lunedì 3 febbraio al Roof Garden del Casinò. Una festa in grande stile per questo appuntamento consolidato e che, di anno in anno, incrementa il suo prestigio, ma anche quello della città dei fiori. Uno sforzo personale del direttore Ilio Masprone, che fa onore all’evento Festival della Canzone in quanto consegna riconoscimenti ad artisti e collaboratori che hanno contribuito a fare grande questa manifestazione musicale tra le più riconosciute a livello mondiale.

Un Galà che premia non solo importanti protagonisti, ma contribuisce a dare visibilità anche ad alcune Regione Italiane che vi partecipano come è stato nel recente passato per la Calabria, la Puglia, la Basilicata, la Liguriae le Marche l’anno scorso e che, quest’anno, potrebbe essere la volta Regione Piemonte con le sue specialità enogastronomiche e culturali: un momento, quello del Gran Galà, nel quale viene data la possibilità ad altre regioni di posizionarsi all’interno delle iniziative collaterali al Festival che richiama l’attenzione di migliaia di turisti italiani e stranieri che arrivano a Sanremo per vivere l’atmosfera festivaliera.

Tutte queste iniziative collaterali sono partite, tra l’altro, proprio per la genialità di Masprone negli anni ’80, quando all’ex Hotel Des Etrangers di Corso Garibaldi, dopo l’Ariston invitava tutte le sere Pippo Baudo a “chiudere” le Notti Bianche alle 4 del mattino, dopo succulenti cenette innaffiate da ottimi vini e musica dal vivo. Il Gran Gala quindi, nell’immaginario collettivo, è il segnale della continuità di quell’epoca lontana.

I nomi ricorrenti da premiare sono: Matteo Bocelli (per la prima volta la Giuria premia un Giovane); Andrea Delogu, affascinante conduttrice televisiva, esperta di musica e cinema; il paroliere napoeltano Fabrizio Berlincioni; l’editore del Corriere della Sera e non solo Urbano Cairo; il giornalista Rai Massimo Proietto, mentre Alfonso Signorini ritirerà il premio dell’anno scorso che non era potuto venire per motivi di salute; non ultimi i mitici Pooh ai quali gli verrà consegnato il Premio Speciale alla Carriera (li vedremo tutti insieme? ). Ed infine un grande ospite: Claudio Mattone.

Una felice conclusione sarà quella della presenza di Pippo Baudo che è stato il primo a ritirare il premio Numeri Uno-Città di Sanremo, 10 anni fa. E che, quest’anno, il Sindaco Alberto Biancherigli riconoscerà un premio molto particolare: “Il Presentatore”, realizzato dall’orafo Michele Affidato. Baudo, nello stesso pomeriggio di lunedì, presenterà il suo libro: Ecco a Voi PIPPO BAUDO.

La giuria: Marinella Venegoni, Mario Luzzatto Fegiz, Marco Molendini, Dario Salvatori, Andrea Spinelli; presidente del Gala, Mario Maffucci; per il 10° anno consecutivo, vada a tutti loro un sincero ringraziamento per il lavoro svolto. (Nella foto da sinistra i giornalisti Leonardo Metalli, Vincenzo Mollica, Mario Luzzatto Fegiz e Masprone: Mollica, premiato nel 2013, è prossimo alla pensione e, durante il Gala lo ricorderemo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *