Quanti sono i Sindaci della Riviera che conoscono bene il termine Comunicazione?

Oggi è emerso a chiare lettere quanto sia importante il mondo della Comunicazione. Sono nate figure di importanza strategica, e addirittura spin doctor, in grado con le parole di spostare voti e mentalità. Eppure qui, tranne alcune eccezioni, non valorizziamo una delle risorse umane più essenziali per le amministrazioni: la professione di semplice Ufficio Stampa e Pubbliche Relazioni.

RIVIERA. La parola Comunicazione non appassiona poi così tanto le amministrazioni pubbliche, in particolari quelle più piccole. Probabilmente perché alcune non conoscono il vero significato del termine Comunicazione. Oppure, perché mancano i fondi per sostenerla. Resta il fatto che comunicano e divulgano poco, quando non sollecitati da domande che gli vengono poste, e che sovente riguardano fatti di cronaca quotidiana o poco altro. Eppure, oggi quel termine è usato e anche molto abusato. Soprattutto dai Social, dove chiunque pubblica per comunicare, talvolta senza ritegno e spesso offendendo. Tra i Comuni toccati dal territorio di nostra competenza, che sta tra Ventimiglia ed Alassio entroterra compreso, sono davvero pochi gli Enti Pubblici che si preoccupano della Comunicazione. Tra l’altro, quando capita, si scopre che la Comunicazione viene affidata a incompetenti: personaggi che non sono giornalisti, come invece vorrebbe l’Ordine di Genova. Ma bando ai formalismi e pensiamo invece che ogni buon Sindaco che rispetti il proprio Comune, dovrebbe preoccuparsi di questo settore e imparare che il senso del termine Comunicare va a proprio vantaggio, anche personale.

Sono talmente bravi i Sindaci a promuoversi quando sono in Campagna Elettorale, ma altrettanto incapaci a mantenere lo stesso rapporto con i media locali. Per non parlare poi dei politici a carattere nazionale, una volta eletti. Altro che mantenere il rapporto col territorio! Purtroppo questa constatazione emerge spesso e pochi si preoccupano di migliorarne le condizioni. Certo, allestire un Ufficio Stampa ha dei costi, ma rispetto ai risultati che può dare diventa indispensabile, soprattutto perché si mantengono vivi i rapporti con la stampa sia cartacea che on line. Che poi questi rapporti possano talvolta deviare è tutt’altro discorso, spesso preoccupante. Ecco perché sarebbe utile che tutti i Sindaci imparassero come Comunicare e divulgare il loro operato, dando anche indicazioni in merito agli argomenti da sviluppare. Maestro di questo delicatissimo settore è senz’altro Claudio Scajola, Sindaco di Imperia; lo stesso è Gaetano Scullino di Ventimiglia, ma anche Marco Melgrati di Alassio (provvisoriamente auto sospeso per vicende poco chiare). Per il resto la Riviera di Ponente (ahimè Sanremo compreso) e soprattutto l’entroterra è ancora un terreno tutto da conquistare. C’è da chiedersi se siano state professionalmente formate, queste risorse umane. Oppure se siano solo degli improvvisati tuttofare, che non dimostrano di aver acquisito competenze. Nella prima ipotesi, sarebbe grave, rappresentando le istituzioni, scegliendo quando dimostrare competenze e quando no. Nella seconda ipotesi, bisognerebbe entrare nell’ottica di cercare bravi comunicatori oltre Riviera, con immaginabile aumento dei relativi costi aggiuntivi, ovviamente. (Nella foto Scajola con l’amico Melgrati).

Illy Masper

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *